Gaudio Tespero Mundus Vini
Eventi

Medaglie al Mundus Vini – Gaudio argento Tespero oro

Quante bacheche abbiamo visto affollarsi dei premi più disparati? Menzioni, medaglie, podi, corone, punteggi.

Abbiamo circa un migliaio di vini che sono considerati fra i primi dieci al mondo.

Un paradosso, certo, ma se è vero che non è oro tutto quello che luccica, è altresì una verità assoluta che dietro il mercato dei concorsi enoici c’è un grandissimo fermento almeno pari a quello della natura stessa del vino.

Difficile stilare una classifica nella classifica. Ci sono concorsi molto evoluti, altri di stampo naïf, altri emergenti, ma ognuno acquisisce nel tempo una propria identità espressiva e il diritto a dire la sua su un mercato che sempre più si indirizza in due distinte direzioni. Quella che porge il braccio al consumatore, l’altro che coccola l’esperto.

A questo punto le cantine possono scegliere che strada intraprendere, se quella di chiudersi dentro il loro universo lavorativo, in attesa di incrociare i favori della sorte, oppure partecipare tuffandosi nella grande lotteria esplorativa tra concorsi e competizioni.

Noi assetati dal desiderio di un confronto, abbiamo scelto questa seconda chiave evolutiva. In punta di piedi, ma comunque decisi ad affrontare quel palco che, in qualche modo, ci avrebbe dato spazio e risposte.

Ma la riflessione va oltre e lo scenario internazionale, con i suoi innumerevoli appuntamenti, racconta una scelta ben precisa di gran parte del movimento enologico. Il vino è oggi veicolo di moda, costume, economia, è una congiunzione che sempre più avvicina il consumatore al produttore e il produttore al buyer, affinando, non solo le logiche di mercato, ma anche la linea di raccordo fra appassionati ed esperti.

CarusVini fin dai primi anni di vendemmia ha raccolto l’invito al dibattito, consapevole di essere una matricola in un panorama strutturato, ma senza la paura di chi teme l’ombra dei giganti. Anzi. Confrontarci con filosofie comuni, strade diverse e mercati nuovi ha invaso i confini delle nostre ambizioni, portandoci sempre più prossimi alla mission che ora si è radicata nella nostra produzione.

E sì, sono arrivati anche i riconoscimenti. Da tutto il mondo.

Per questo le ultime due medaglie al Mundus Vini per il Chianti Classico Gran Selezione Gaudio e il Syrah Tespero, premiati rispettivamente con la medaglia d’argento e la medaglia d’oro, ci investono di orgoglio.

Non sono le prime al concorso internazionale in terra tedesca, ma sono la conferma di un percorso sempre più preciso che ci vede, ancora una volta, salire sul quel palco a raccogliere quell’applauso che solitamente si da ai grandi.